Permesso di soggiorno per disoccupazione

Permesso di soggiorno, prolungamento in caso di disoccupazione

Ultimamente la Cgil, Cisl e Uil hanno fatto una richiesta al Governo. Infatti è in arrivo una circolare per le questure in merito all’interpretazione meno restrittiva a considerare tutti i redditi familiari dei lavoratori stranieri.

Stando alle ultime notizie finalmente tutti gli immigrati che hanno perso il lavoro avranno più tempo per cercarsene un altro, prima di perdere anche il permesso di soggiorno che gli permette di restare l’Italia in maniera del tutto legale.

Ovviamente non cambierà la legge come richiesto dai vari sindacati ma almeno arriveranno indicazioni alle questure che dovranno applicare bene e negli interessi dei cittadini tutte le nuove regole.

Anche se se ne parla davvero poco possiamo dire che questa è un’emergenza che continua a causare vittime, infatti tra il 2011 e 2014 sono stati bene 729 mila e permessi di soggiorno che non sono stati rinnovati su questi 729 mila possiamo dire che 324 mila non sono stati rinnovati per problemi legati al mondo del lavoro. Ad oggi secondo alcune statistiche la disoccupazione che riguarda i lavoratori stranieri ha toccato il 17% quindi è salito di circa il 5% rispetto a qualche anno fa.

Possiamo dirvi che oltre alla disoccupazione la crisi economica che ha colpito il nostro Paese genera ormai anche moltissima irregolarità in quanto se pensiamo che in Italia uno straniero può stare solo se ha un lavoro, moltissimi lavoratori stranieri sarebbero espulsi.

permesso-soggiorno

permesso-soggiorno

Questo ovviamente sempre in teoria in quanto c’è ancora moltissimo lavoro in nero che costringe lavoratori a restare in Italia anche senza il permesso di soggiorno. Basta pensare che moltissimi lavoratori stranieri hanno creato le loro famiglie e la loro vita proprio qui in Italia e quindi se questi ultimi perdessero il posto di lavoro e non gli venisse rinnovato il permesso di soggiorno dovrebbero tornare nei loro paesi di origine dove di sicuro non troverebbero una situazione migliore anzi ne troverebbero una peggiore.

Oggi il testo unico sull’immigrazione prevede che a chi perde il lavoro viene rilasciato un permesso di soggiorno in attesa di occupazione per un periodo che non sia inferiore ad un anno, quindi per tutta la durata i cittadini stranieri avranno il tempo per trovare un nuovo lavoro.

Ovviamente bisogna dimostrare allo Stato italiano di avere la disponibilità economica di mantenere se stessi e la propria famiglia in quanto se così non fosse il governo non potrebbe rinnovare il permesso di soggiorno. Ad oggi le questure applicano la legge al ribasso, ciò vuol dire che rilasciano permessi di soggiorno per attesa di occupazione che hanno una durata massima di un anno e i rinnovi per questo permesso sono in genere abbastanza rari.

condividi

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. ottobre 4, 2016

    […] Rinnovo del permesso di soggiorno per attesa occupazione, previsto dall’art. 22, comma 11, del decreto legislativo 25 luglio 1998, n.286. […]

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi